Logo Arte In Transito

Si laurea in architettura a Roma con Ludovico Quaroni nel 1971. Allievo di Maurizio Sacripanti, collabora con Gino Pollini e Vittorio Gregotti. Architetto e teorico dell'architettura, è professore ordinario di Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura Valle Giulia dell' Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Ha insegnato a Reggio Calabria, Ascoli Piceno, Milano e Venezia. Ha ricevuto alcuni riconoscimenti tra i quali il premio Internazionale "Controcampo Culturale" nel 1980, il "Leone di Pietra" alla Biennale di Venezia del 1985, il "Premio Nazionale Inarch" nel 1991, il Premio "Grotta di Tiberio" nel 2003, il Premio Sebetia Ter" nel 2008. Alla progettazione affianca da sempre una ricerca sul rapporto tra architettura e rappresentazione. Nel 1966 fonda con Laura Thermes lo Studio Purini-Thermes progettando e realizzando numerose opere, tra cui: la Casa del Farmacista (1980), il Sistema delle Piazze (1982) e la Casa Pirrello (1990) a Gibellina; un isolato residenziale a Marianella, Napoli (1983); la Cappella di Sant'Antonio da Padova (1993) e la fermata d'autobus (1987) a Poggioreale; il restauro delle Scuderie Medicee di Poggio a Caiano (2001); un edificio per uffici a Ravenna (2005); il grattacielo "Raffaello" a Shanghai (2005); il centro parrocchiale di San Giovanni Battista a Lecce (2006); l'Europarco Castellaccio a Roma (2008). Sono inoltre da ricordare architetture "effimere", come: il Teatrino scientifico per l'Estate Romana del 1979; la facciata per la "Strada Novissima" per la Biennale di Venezia del 1980; la porta d'ingresso alla Triennale di Milano del 1985. E' autore di numerosi allestimenti tra i quali quelli per il Padiglione Italia alla Triennale di Milano del 1996 in occasione della mostra Identità e differenze, di cui è stato curatore. Nel 2006 gli è stato affidato il Nuovo Padiglione Italiano alla X Biennale di Architettura di Venezia. I suoi disegni sono conservati presso collezioni pubbliche e private. Tra queste il Centre Pompidou, il Museo di Architettura di Francoforte, l'Archivio Progetti dello IUAV, il Museo di Belle Arti di Buenos Aires. Il suo lavoro è oggetto di numerose mostre in Italia e all'estero, dove è anche spesso invitato a partecipare attivamente a conferenze, lezioni e workshop. Tra le mostre: "Architetture Incisive - Incisioni d'Architettura", a cura di F. Moschini, alla A.A.M. Architettura Arte Moderna (Roma, 1982); "Franco Purini e Laura Thermes. Progetti e disegni 1983 - 1984", Associación Becarios de Arquitectura y Urbanismo, Centre de Arte y Comunicación (Buenos Aires,1984); "Lo spazio sacro nella modernità" nella Basilica Palladiana (Vicenza, 2000); "Disegni di Architettura dal Dopoguerra ad oggi, dalla collezione di F. Moschini A.A.M. Architettura Arte Moderna" alle Scuderie Medicee di Poggio a Caiano (2002) con omonimo catalogo edizioni Centro Di; "Incontri" alla Galleria Borghese (Roma, 2002). E' Accademico Nazionale di San Luca dal 1989.

 

Bibliografia scelta: Luogo e Progetto, Magma, Roma (1976), L'architettura didattica, Casa del libro, Reggio Calabria (1980); Around the shadow line: beyond urban architecture Architectural Association, Londra (1984), Dal progetto, a cura di F. Moschini e G. Neri, Kappa/A.A.M., Roma (1992), Comporre l'architettura, Laterza, Bari (2000), Franco Purini. Le opere, gli scritti, la critica, Electa, Milano (2000), La città uguale, il Poligrafo, Padova (2005), La misura italiana dell'architettura, Laterza, Bari (2008).

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Basilicata Associazione Basilicata 1977