Logo Arte In Transito
Potenza - 60 mila abitanti, a circa 900 metri di altezza, capoluogo della Basilicata - si apre all'arte contemporanea con un progetto di grande interesse, che si svilupperà da maggio a settembre 2009. E' un percorso di esplorazione del rapporto tra città, arte e architettura, in una dimensione d'intensa relazione tra riflessione e pratica.

La novità sta in questo. Attraverso una molteplicità di sguardi e prospettive, si entra nel vivo della città contemporanea, principalmente dal punto di vista estetico (intendendo con questo termine, le nuove modalità del sentire).

Una città - Potenza - che a partire da se stessa diventa un laboratorio estetico.

La sua struttura urbanistica e architettonica si trasforma, infatti, in un percorso mentale e reale, creativo e critico, nel quale l'arte contemporanea, attraverso le sue diverse forme, i suoi differenti mondi simbolici intreccia in modo originale linguaggi locali e globali, individuali e sociali.

Il progetto s'intitola "Arte in transito. Paesaggio urbano e arte contemporanea".

Ad essere coinvolti saranno i luoghi pubblici dei quartieri storici - preziosi e ricchi di memoria -, ma anche i quartieri più periferici o più "abbandonati".

Potenza sarà, in questo modo, percorsa di soglia in soglia, nella sua interezza e nella molteplicità dei suoi aspetti - positivi e negativi - per ideare percorsi e visioni diverse della città, per darle forza espressiva con il diretto contributo della cittadinanza, secondo quanto è proprio dell'arte pubblica e relazionale contemporanea.

All'interno di questo percorso, si prevedono anche incontri, momenti di riflessione, e spettacoli.

Non è facile, oggi, dare senso e significato alla città, attraversata e innervata dal tumulto e dalle repentine trasformazioni contemporanee. Così come non è semplice definire il ruolo stesso dell'Arte per il suo presentarsi attraverso una miriade di forme espressive e di poetiche anche molto differenti tra loro.

La sfida e l'originalità del progetto sta proprio nel volere intrecciare i due termini. Per dirla in modo provocatorio, cercare di definire un'idea di paesaggio urbano contro la contemplazione a favore dell'attività, il che cambia la prospettiva del rapporto che si stabilisce con il mondo circostante.

L'altro aspetto importante: il progetto si apre ai giovani, agli studenti, agli architetti e ai creativi, con laboratori e workshop che vedono la partecipazione di grandi artisti e architetti, di professionisti del management culturale, e questo per fare in modo che giovani competenze e professionalità possano acquisire capacità progettuali e manageriali nel settore dell'economia culturale.

Ideato e articolato dall'Associazione Basilicata 1799 (a cura di Giuseppe Biscaglia e Francesco Scaringi), che da anni si occupa delle tematiche che riguardano la città contemporanea da un punto di vista culturale, il progetto è realizzato dalla Regione Basilicata, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con la compartecipazione di Incontri Internazionali d'Arte di Roma ed il supporto organizzativo della NoeltanFilm.

Il progetto intende valorizzare la città come bene collettivo. Ma non solo. Intende rappresentarla e presentarla agli altri come un punto di riferimento di esperienze di carattere culturale originali e attraenti. C'è in questo, il desiderio di fare di Potenza un luogo e una meta per pubblici interessati ad esperienze artistiche di grande valore culturale

6 sono le sezioni del progetto, che si intrecciano tra loro in un rimando continuo di sensi e di significati.

Ognuna delle sezioni offre uno sguardo, una prospettiva ad un tempo teorica e pratica sulla città e sull'arte.

Esse sono:

 

Arte in transito / 4 opere d'arte site specific

Learning cities / Nuovi paradigmi per la città contemporanea

Narrazioni urbane / Lectio magistralis, Dialoghi, Incontri, Seminari

Attenzioni / La cura della città

Danza e paesaggio urbano / L'incanto del ritmo, la danza dei corpi, il volteggiare dei muri

L'occhio e lo sguardo / Percorso di formazione per "traduttori" culturali di arte contemporanea

 

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Basilicata Associazione Basilicata 1977