Logo Arte In Transito

Questa sezione vuole esplorare quanto è contenuto nel termine Communitas, interpretato secondo la sua matrice semantica più profonda, che richiama al dono e "l'obbligo" alla reciprocità.

La città dunque ha bisogno di riguardo e di cura, di attenzioni, insomma. Ciò è quanto si richiede a giovani artisti che vivono a Potenza. Lo sguardo, dunque, sulla città posto da artisti che la vivono e la percepiscono nel quotidiano quale luogo del vissuto, interpretato nelle sue sfumature più intime e forse più inquietanti, nelle sue debolezze e nelle sue potenzialità.

 

Amnesiac Arts di Potenza curerà "Pubblicinvasioni". Creativi, artisti locali, nazionali ed internazionali, sotto la sua guida trasformeranno, tramite laboratori creativi, parti della città in una sorta di museo all'aperto: più esattamente gli spazi pubblicitari, la cartellonistica ecc.. Il linguaggio pubblicitario, inaspettatamente, sarà piegato "contro" il linguaggio della pubblicità per suscitare sorpresa e straniamento, per donare nuove possibilità allo sguardo.

 

Salvatore Laurenzana, fotografo e artista poliedrico, attraverso mostre mobili ("Diramazioni") darà volto a ciò che è scomparso dalla città e appare come residuo: gli alberi e la natura.

 

Antonello Faretta, filmmaker e produttore cinematografico, realizzerà una video istallazione dal titolo "Il giardino della speranza". A volte, i luoghi della sofferenza sono "residuali" rispetto alla città. Le grandi macchine della cura sembrano ormai voler occultare la sofferenza umana. Essa sarà, invece, narrata (senza estetismi di sorta) tramite movimenti impercettibili, silenzi ed evocazioni artistiche.

 

Tragitti Sonori - Artfactory curerà "Potenza_SoundScape. Il suono e la città". Con artisti ed esperti di fama internazionale intende studiare, sperimentare, scoprire il rapporto tra la città di Potenza (le sue strade, i suoi edifici, i suoi abitanti) e l'universo del suono (musiche, voci, rumori, disturbi, interferenze, respiri). Un workshop per creare un'ambientazione sonora in particolari siti della città (dove la percezione si fa più distratta e sommersa da un sottofondo "assordante").

 

Tutte le attività si svolgeranno nel mese di luglio 2009.

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Basilicata Associazione Basilicata 1977