Logo Arte In Transito
Che cos'è una città, come è possibile darne una immagine unitaria, quali le strategie per poterla governare secondo obbiettivi condivisi, come fare perchè le relazioni che si sviluppano al proprio interno siano elementi di riconoscimento e d'identificazione nonostante la frantumazione d'interessi in competizioni tra loro, le crisi economiche, le incertezze della globalizzazione, i problemi energetici e ambientali?

Domande complesse che non trovano una facile risposta.

Una "città che apprende" è una città che sa accogliere dentro di sé le trasformazioni in atto e proiettarsi verso il futuro.

 

Worskshop

diretto da Franco Purini

Potenza luogo dell'innovazione.

La cultura come energia primaria della città

nell'età della globalizzazione

Potenza, 18 - 27 maggio 2009

Ecosfera - Ridotto Teatro "F. Stabile"

 

Prima di tutto mettersi alla prova, tentare di progettare il futuro, questo è quanto si chiede ad un gruppo selezionati di studenti, giovani architetti ed ingegneri della Basilicata. Gli allievi saranno chiamati a misurarsi con una zona della città di Potenza - la vecchia area industriale dismessa dell'ex Cip zoo - per pensarla come città dei saperi e della cultura, secondo i parametri della sostenibilità.

Le varie proposte progettuali saranno discusse in incontri pubblici.

 

Il workshop prevede lezioni (anche pubbliche) di Paolo Colarossi, Jorge Pinto, Livio De Santoli, Margherita Petranzan, Benedetto Gravagnuolo.
I lavori di progettazione dei giovani architetti saranno seguiti da due tutors: l'arch. Loredana Landro e l'arch. Fabio Satriano.

 

 

Worskshop

con i Topotek 1 / Berlino

Paesaggi temporanei

per un nuovo sguardo sulla città

Potenza, 16 - 18 giugno 2009

Sala dell'Arco - Ridotto Teatro "F. Stabile" - Ecosfera

 

Come l'architettura effimera, e le installazioni, l'utilizzo temporaneo degli spazi, i paesaggi e i giardini (al confine tra arte ed architettura) possano inserire segni all'interno della città per una sua percezione più consapevole ed esteticamente significativa, è il filo conduttore del workshop. Esso porterà alla progettazione e alla realizzazione di un "Treno botanico", ovvero di un giardino mobile, in collaborazione con le FAL (Ferrovie Appulo-Lucane), per sottolineare i problemi della mobilità e l'utilizzo della "metropolitanina" della città di Potenza.

 

La selezione ai workshop avverrà tramite appositi bandi.

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Basilicata Associazione Basilicata 1977